28 November 2021

Firmato il decreto sulle verifiche del green pass negli ambienti di lavoro


Il DPCM del 12 ottobre scorso interviene, in particolare, per fornire ai datori di lavoro pubblici e privati gli strumenti informatici che consentiranno una verifica quotidiana e automatizzata del possesso delle certificazioni.

Al fine di assicurare il più efficace ed efficiente processo di verifica del possesso delle certificazioni verdi nell’ambito lavorativo pubblico e privato, il Ministero della salute rende disponibili specifiche funzionalità che consentono una verifica automatizzata del possesso delle suddette certificazioni del personale attraverso;
– un pacchetto di sviluppo per applicazioni (Software Development Kit-SDK) rilasciata dal Ministero della Salute con licenza open source, che consente di integrare nei sistemi di controllo d’accesso le funzionalità di v erifica della Certificazione verde COVTD-19 mediante la lettura del QR code;
– una interazione in modalità asincrona tra la Piattaforma NoiPA realizzata dal Ministero ddl’economia e delle finanze per la gestione del personale delle pubbliche amministrazioni, e la PN-DGC per la verifica delle certificazioni verdi dei dipendenti pubblici gestiti in NoiPA;
– una nuova funzionalità esposta sul portale nazionale della Piattoforma DCG rivolta a tutti i datori di lavoro pubblici e privati conpiù di 50 dipendenti, che previa opportuna autorizzazione, consente la verifica asincrona di un elenco di codici fiscali di dipendenti;
– una interoperabilità applicativa con le amministrazioni pubbliche con almeno 1000 dipendenti, dotate di sistemi informativi di gestione del pedonale, anche con uffici di servisio dislocati in più sedi fisiche, previa autorizzazione e accreditamento.