17 October 2021

Rimborso rette scolastiche nell’agricoltura veronese

L’Ente Bilaterale per l’Agricoltura Veronese (Agribi) ha previsto per i suoi iscritti il rimborso per le rette dell’asilo nido e della scuola materna.

L’ente bilaterale per l’agricoltura di Verona, di cui fanno parte Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, torna a investire nelle prestazioni per i lavoratori agricoli della provincia, rifinanziando l’iniziativa che prevede un rimborso per le rette dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia.
Il contributo scolastico, contrariamente ad altri anni, non sarà soggetto a tassazione ed è riservato agli operai agricoli a tempo determinato e indeterminato, contribuenti dell’ente bilaterale, che abbiano svolto almeno 102 giornate di lavoro nell’anno precedente alla richiesta. Per l’asilo nido il contributo è di 300 euro, mentre per la scuola materna è di 100 euro. Il sostegno può essere richiesto da uno solo dei genitori, anche se entrambi occupati nel settore agricolo, ma non si può accumulare il numero delle giornate utili al diritto di rimborso tra il padre e la madre. Le richieste devono essere inviate entro il 31 dicembre 2021 per raccomandata o a mano ad Agribi.
Verranno prese in esame esclusivamente le pratiche correttamente compilate e complete di tutti gli allegati richiesti e cioè: copia della carta identità del dichiarante, autocertificazione stato di famiglia, copia del pagamento della prima retta dell’asilo nido o della scuola dell’infanzia per l’anno scolastico 2021-2022, copia di una busta paga riferita all’anno 2020.